lunedì 12 gennaio 2009

CONTRO LA GUERRA, ORA E SEMPRE!

Ieri leggendo il manifesto, ho trovato un articolo di Vittorio Arrigoni piuttosto interessante in cui si parla dei volantini lasciati cadere dall'aereonautica israeliana in alternativa alle bombe.Il secondo volantino lanciato ha catturato la mia attenzione, cito testualmente:"Ai cittadini di Gaza. Prendetevi la responsabilità del vostro destino! A Gaza i terroristi e coloro che lanciano i razzi contro Israele rappresentano una minaccia per le vostre vite e per quelle delle vostre famiglie. Se desiderate aiutare la vostra famiglia e i vostri fratelli che si trovano a Gaza,tutto quello che dovete fare è chiamare il numero indicato di seguito e darci informazioni riguardo alle posizioni in cui si trovano i responsabili dei lanci dei razzi e le milizie terroriste che fanno di voi le prime vittime delle loro azioni. Evitare che vengano commesse atrocità è ora vostra responsabilità! Non esitate!...E' garantita la più totale discrezione. Potete contattarci al seguente numero: 02-5839749, oppure scriverci a questo numero di posta elettronica per comunicarci qualunque informazione abbiate riguardo a qualsiasi attività terroristica: helpgaza2008@gmail.com". Mi associo al giornalista del manifesto nell'invitarvi a continuare a manifestare la vostra indignazione e a tifare per i diritti umani e, se volete, usare i riferimenti di cui sopra per comunicare il vostro pensiero a chi per via aerea, marina e terrestre decide cinicamente sul destino di un milione e mezzo di persone.

6 commenti:

Ilaria ha detto...

Sì, è giustissimo manifestare il nostro dissenso, ma temo che le nostre voci non riusciranno a fermare questo massacro...
e tutte le guerre che ci sono sul pianeta!

pauxesms incredibile: pace via sms?

confinidiversi ha detto...

grazie per la solidarietà, cara Vale.
Io ci tengo, io ci credo. E ci spero.
Lo faccio per questo e per tanti altri motivi.
un abbraccio

fabiopensiero ha detto...

E' una situazione gravissima, che forse giungerà al termine dopo 50 anni, ma a che prezzo...Senza considerare se il nuovo status renderà veramente conto dei fatti storici. Speriamo bene!

Fata Bislacca ha detto...

Che dire, giusto!!! Ma iniziamo da noi!!! Sempre, è l'unica cosa certa! Essere esempi di pace! Proviamoci! Un grande abbraccio a te!

La Zia Vale ha detto...

Vi rispondo con un pensiero di Che Guevara: "Se ha desarrollado en mi el sentido de lo masivo en contraposicion a lo personal, soy el mismo solitario que era, buscando mi camino sin ayuda personal pero tengo ahora el sentido de mi deber historico."

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Si, iniziamo tuti dal nostro vicino. Rispetto e stima.
Grazie per la segnalazione